Le Origini

Le ricerche e gli studi più avanzati nel settore aereonautico, missilistico, nucleare, nonchè in quello delle moderne tecnologie industriali, hanno consentito di valorizzare la tecnologia del "plasma" nel campo della nobilitazione delle superfici dei materiali ordinari a mezzo di deposizione di strati di materiali aventi caratteristiche particolari.
Dal punto di vista storico, il rivestimento di un metallo di base con un altro materiale a struttura differenziata, per migliorarne le proprietà superficiali, è stato introdotto nel 1910 dallo Svizzero MAX Ulrich SCHOOP, che usò una pistola a fiamma chimica (combustione ossiacetilenica) per proiettare polveri di Zinco su di un substrato metallico allo scopo di proteggerlo dalla corrosione.
L'idea ebbe un grande successo e nonostrante che la tecnica messa a punto da Schoop consentisse la proiezione sia di materiali ceramici e di ossidi metallici, che di metalli allo stato di polveri, lo sviluppo commerciale del procedimento, durante i sucessivi 20 anni, fu riservato quasi esclusivamente alla proiezione di polvere di Zinco.
Dal 1930, le applicazioni del procedimento furono estese alla ricostruzione di parti di macchine usate e/o dannegiate, mediante deposizione di strati di materiali di ricarica sotto forma di bacchette, fili o polveri; per altri 20 anni l'uso del procedimento fu equamente suddiviso tra applicazioni anticorrosive, usando Zinco ed Alluminio, ed applicazioni ricostruttive, usando acciai e bronzi,
Dopo il 1950 si assiste al rapido sviluppo sia del procedimento di base, che dei materiali d'apporto; furono sviluppate, infatti, numerose nuove leghe matalliche, particolarmente vantaggiose nel campo dei riporti duri, la cui fusione richiedeva elevati apporti termici resi possibili solo dall'utilizzazione dell'arco elettrico a plasma.
Agli inizi degli anni '60 l'innovazione apportata dalla tecnica di saldatura al plasma, rispetto ai procedimenti di proiezione di particelle di materiali portate a fusione da altri mezzi, conobbe un ampio successo commerciale, specialmente negli U.S.A., e contribuì a favorire la ricerca e lo sviluppo di leghe dure in polvere con proprietà sempre più differenziate ed interessate. Attualmente la tendenza del mercato è orientata verso una dinamica utilizzazione dei vantaggi insiti in questa tecnologia relativamente nuova nell'area dei paesi ad economia cosidetta emergente, uniti agli indiscitibili vantaggi economici che si ottengono adottando la tecnica del plasma. Questi ultimi si concretizzano in un abbassamento dei costi industriali ed un avanzamento tecnologico dei processi produttivi, che qualificano entrambi in maniera decisiva la moderna industria

Sviluppo dei principali procedimenti di saldatura
Elenco degli Articoli :
Condizioni generali di Vendita Applicazioni Tipiche impianti P.P.A.W.